Il Viaggio… una storia senza età!

Burattino

Di e con Andrea Trovato e Alessia Sorbello

Regia Andrea Trovato

Lo spettacolo racconta il viaggio di un uomo alla ricerca del tesoro che il destino ha voluto donargli. L’uomo in questione è un burattino che trascorre il suo tempo nella solita routine. Un giorno però la noia viene interrotta da un rumore improvviso e di origine misteriosa. Dopo qualche ricerca il protagonista della storia scopre che questo rumore proviene dall’interno di una scatola e, facendosi coraggio, decide di aprirla scoprendo così un’antica mappa misteriosa. La scatola è magica: può volare! Così il nostro uomo decide di saltare a bordo e partire: il viaggio ha inizio!

In balìa del mare, del vento ma soprattutto del proprio destino, arriverà naufrago in un’isola sconosciuta ma, grazie all’aiuto di un santone indigeno che sa interpretare le stelle, riuscirà a riprendere il cammino che lo condurrà finalmente al suo tesoro: un viaggio poetico alla scoperta del Tempo.

 

CARATTERISTICHE

Due attori, una nave e tanti burattini sono l’occorrente necessario perché il viaggio abbia inizio!

Un momento magico da condividere, una storia che non conosce tempo: un viaggio alla riscoperta della bellezza e dei valori della Vita che a volte ci lasciamo sfuggire dagli occhi, come sabbia che scivola dalle mani. Immagini surreali, poetiche, dichiaratamente costruite ma capaci di evocare ricordi, ricreare suggestioni, ambienti e luoghi di una memoria troppo spesso abbandonata, conservata sotto il sale della nostra quotidianità. I burattini, manipolati e costruiti artigianalmente da Andrea Trovato e Alessia Sorbello con materiali diversi quali carta, legno, tessuto, prendono vita “a vista”: metodo con cui gli attori convivono sulla scena insieme ai burattini.

Lo spettacolo non utilizza nessuna lingua (l’unico personaggio che parla lo fa in Grammelot, ovvero utilizzando una lingua inventata e, perciò, comprensibile a tutti!), né segue una trama letteraria prestabilita ma utilizza un linguaggio universale in cui, per esprimersi, ai burattini bastano semplici sguardi, respiri e piccoli movimenti che nascondono un mondo di emozioni per una storia senza età: per un Teatro di tutti e per tutti!

Grazie alle caratteristiche drammaturgiche e al semplice allestimento tecnico, lo spettacolo è disponibile sia in Italia che all’Estero.

.

Tournée dello Spettacolo

Nasce a luglio 2013 in una residenza teatrale in Piemonte, debuttando al Festival dell’Incanto all’interno del Castello di Roddi (CN) con il titolo provvisorio “Il magico mondo dei burattini”. Cambia nome in “IL VIAGGIO… una storia senza età” e replica in Sicilia: a Catania il 27 dicembre 2013 al Teatro del Canovaccio e il 27 aprile 2014 al Teatro dei Pupi della storica famiglia dei Fratelli Napoli; ad Enna il 10 e 11 maggio 20 14 nella suggestiva Torre di Federico II. Replica a Roma ogni sabato di marzo 2014 al Teatro Arcobaleno e il 13 aprile 2014 all’Emporio delle Arti. Il 3 marzo 2014 alla Chiesa Madre di Fontana Liri (FR).

Con il titolo “Le Présent” replica a Parigi dal 31 maggio al 5 giugno 2014 a Le Centre Théatral du Bourget.

Torna a Roma all’Emporio delle Arti il 18 gennaio 2015. Inaugura la Prima Rassegna di Teatro di Ombre di Figura: 20 febbraio 2015 al Teatro Furio Camillo (Roma). 28 febbraio e 1 marzo 2015 al Teatro Kopò (Roma). Il 5 Marzo 2017 al Teatro Nuovo San Paolo (Roma) e il 12 Marzo 2017 all’Emporio delle Arti (Roma).

Ha il piacere di essere selezionato ed andare in scena il 10 Giugno 2017 al Vimercate Ragazzi Festival (MB) e il 23 Luglio 2017 al Peltuinum Theatre Festival a Prata d’Ansidonia (AQ).

Selezionato ed inserito nell’astuccio di teatro e scuola dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia 2017/2018.

.

Dicono di noi Critica e Spettatori

“Delizioso spettacolo di teatro di figura, diario di bordo di un percorso intimo alla ricerca di sé” – Mario Bianchi

“Teatro è uno spettacolo di burattini che attraverso suoni, luci, suggestioni e movimenti fa sognare i piccoli e fantasticare i grandi. Emozionanti immagini, poetiche e surreali donano un’anima alle “cose” in scena. L’impeto del vento, il movimento del mare, il desiderio della scoperta di un burattino/teatrante, le sue paure e il suo bisogno di amare, si materializzano in scena grazie alla bravura di Andrea Trovato e Alessia Sorbello” – Isabella Polimanti

“La poesia nell’incanto del gesto, del silenzio loquace: così nasce una fiaba, un sogno, un viaggio… grazie!” – Lilli Ugolini

“Merci pour ce moment de poesie. Il faut beaucoup de ces moments dan ce monde” – Nina

“Sono entrato in punta di piedi al Teatro Furio Camillo, grazie al “caso”, e da un paio di anni sto scoprendo forme di teatro “nuove”, per me, e davvero stimolanti. Un flusso di immagini, suoni e suggestioni che sono un’alternativa incredibile alla narratività classica. Questo miscuglio di sperimentazione e atmosfere da favola lascia storditi! Avanguardie senza la puzza sotto al naso, senza la chiusura tipica del “se non mi capisci sei ignorante”, popolari nella migliore accezione del termine.” – Giulio Ciancamerla